Messaggi recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Citazioni ed aforismi
« Ultimo messaggio da Caramon77 il Gennaio 17, 2018, 09:06:18 »
Perdonate la volgarità, ma va citato così:

"Quelli che si occupano di salute mentale ragionano col culo e di solito hanno bisogno di più aiuto di quello che possono offrire".

Kary B. Mullis (premio Nobel per la chimica, nonché scienziato un po' pazzo), "Ballando nudi nel campo della mente".
2
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Che libro state leggendo?
« Ultimo messaggio da Caramon77 il Gennaio 17, 2018, 09:01:36 »
Probabilmente abbandoneremo "Il Giornalino di Gian Burrasca", lettura da nanna della bimba. Troppo complesso per lei (6 anni) nonché poco appassionante. Può essere che lo recupereremo tra un paio d'anni.

Ora che le propino? Già letto Alice, Oz, Pinocchio, fiabette classiche, eccetera.
3
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Che libro state leggendo?
« Ultimo messaggio da Caramon77 il Gennaio 17, 2018, 08:59:45 »
Io sono obbligatoriamente un multilettore... in bagno ho un libro (di solito cose frammentabili, tipo aforismi e simili), la sera c'è quello da leggere con la bimbetta, poi c'è il "mio".

Da due mesi vado al lavoro in bus, anziché in moto, ottenendo più tempo per la lettura, ma è tempo che divido anche con la musica (se mi interessa quello che ascolto non posso leggere contemporaneamente).

E di certo lo stile e la tipologia di libro sono fondamentali, per stabilire la rapidità di lettura, nonché il tempo che ricaveremo per leggere (sottraendolo ad altro se il libro ci appassiona).
4
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Che libro state leggendo?
« Ultimo messaggio da A.l.e il Gennaio 16, 2018, 21:35:44 »
Penso che più che dal libro i giorni impiegati dipendano da quanto tempo si può dedicare alla lettura.
Nella mia esperienza, lo stile di alcuni autori mi porta a leggere con una velocità diversa da quello di altri: "Notre Dame de Paris" lo ricordo come interminabile (questo non significa che non lo abbia amato). Con altri autori mi capita di andare a velocità molto più alte.
Naturalmente questo non deve necessariamente essere vero per tutti i lettori, anzi.

Ognuno deve leggere con i tempi ed i modi che più sono consoni alla propria situazione ed alle proprie abitudini.

L'importante è che una volta finito il libro ci resti nella testa il più possibile.
Questo lo condivido al 100%.
5
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Citazioni ed aforismi
« Ultimo messaggio da A.l.e il Gennaio 16, 2018, 21:30:35 »
Riporto altre citazioni, sempre da "L'amore ai tempi del colera" di Gabriel García Márquez, che mi hanno particolarmente colpito:

- La saggezza ci arriva quando non serve più a nulla.

- La gente che si ama dovrebbe morire con tutte le sue cose.

- «Ricco no» disse, «sono un povero con soldi, che non è la stessa cosa.

- Si può essere innamorati di diverse persone per volta, e di tutte con lo stesso dolore, senza tradirne nessuna.

- Solitario tra la folla del molo, aveva detto fra sé in un accesso di rabbia: «Il cuore ha più stanze di un casino»

- «La morte non ha il senso del ridicolo»

- Non era tanto ordinata quanto si credeva ma aveva un metodo suo e disperato per sembrarlo: nascondeva il disordine.

- «Non credo in Dio ma ne ho paura».

Una lettura indimenticabile.
6
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Che libro state leggendo?
« Ultimo messaggio da karamella il Gennaio 16, 2018, 21:21:31 »
Penso che più che dal libro i giorni impiegati dipendano da quanto tempo si può dedicare alla lettura.

Nel mio caso il tempo normale di lettura è di circa sei ore al giorno

Non amo leggere più libri alternandoli, ne leggo solo uno fino a che non lo ho finito.

Dico questo solo per ribadire un concetto che reputo fondamentale:

Ognuno deve leggere con i tempi ed i modi che più sono consoni alla propria situazione ed alle proprie abitudini.

L'importante è che una volta finito il libro ci resti nella testa il più possibile.

Cordialità
7
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Che libro state leggendo?
« Ultimo messaggio da A.l.e il Gennaio 15, 2018, 09:16:01 »
Un libro in quattro giorni! Notevole. Io quando ci metto due settimane son veloce...
L'ho riportato di proposito per sottolineare i meriti dell'autore: di solito per me la media è di una decina di giorni, in relazione anche alla lunghezza del libro, ma la scorrevolezza dello stile di Malvaldi, e la sua capacità di tenere il lettore incollato al libro (o all'ereader, nel mio caso) fanno la differenza.
8
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Che libro state leggendo?
« Ultimo messaggio da Caramon77 il Gennaio 15, 2018, 08:49:01 »
Un libro in quattro giorni! Notevole. Io quando ci metto due settimane son veloce...
9
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Che libro state leggendo?
« Ultimo messaggio da A.l.e il Gennaio 14, 2018, 18:32:46 »
Letto in quattro giorni "Negli occhi di chi guarda" di Marco Malvaldi, un giallo ambientato in maremma, al di fuori della serie del Bar Lume. Trovo che Malvaldi si legga sempre piacevolmente, anche perché inserisce elementi culturali, prevalentemente a carattere scientifico, che a me piacciono molto.
Oggi stesso inizio "Il debito" di Glenn Cooper, sperando che sia migliore del precedente (Il segno della croce) che, a differenza di molti altri libri dello stesso autore, non ho amato particolarmente.
10
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Che libro state leggendo?
« Ultimo messaggio da Jane Eyre il Gennaio 12, 2018, 16:22:02 »
Finito Senza Nome, il mio primo Wilkie Collins..sarà colpa mia, ma da un contemporaneo e collega di Dickens, mi aspettavo di più.
Il libro in sé non è certamente brutto, l'idea è anche originale e lo stile narrativo è perfettamente in tono con l'ambientazione, eppure non mi ha soddisfatta del tutto. Pur suscitando in me tutta la solidarietà di questo mondo per la triste vicenda caduta fra capo e collo a queste due povere fanciulle, non sono riuscita a "scaldarmi" nei loro confronti. E anche il finale l'ho trovato affrettato e banale.
Pagine: [1] 2 3 ... 10