Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - A.l.e

Pagine: [1] 2 3 ... 6
1
Ciao. Un amico, che ogni tanto frequenta anche il forum, ha messo in vendita il suo Kindle Voyage. Se può essere un modello che ti interessa vi metto in contatto.

2
Altri eReader eInk / Re:Boyue Likebook Mars
« il: Ottobre 01, 2018, 19:00:16 »
Un anno fa cercavo un dispositivo del genere, ma avevo trovato soltanto dispositivi di marchi non troppo conosciuti e non mi sono fidato. Il motivo è che ritengo utile poter accedere sia alla propria libreria Kobo che Kindle dallo stesso ereader. Così mi sono orientato sul Kobo Aura One. Non credo che lo sostituirò, ma pensate che Boyue/Icarus garantiscano la stessa qualità costruttiva di Kobo o Amazon?

3
Mondo Kobo / Re:Kobo FORMA
« il: Ottobre 01, 2018, 18:53:41 »
Sembrerebbe che l'intento sia quello di agevolare la lettura con il dispositivo in orizzontale. Personalmente non lo trovo comodo, e quindi non è una necessità. Altro discorsom invece, quello dei tasti fisici, di cui sento un po' la mancanza sul mio Aura One.

4
Ho appena terminato "A bocce ferme" di Marco Malvaldi, che come sempre mi regala risate e momenti di riflessione che si alternano al relax ed al "giallo".

Ho iniziato a leggere "Stoner" di John Edward Williams. Qualcuno lo ha già letto? Ne sento parlare da molto (e da molti) che mi consigliano di leggerlo ma non mi spiegano il perché.

5
"L'insostenibile Leggerezza dell'essere" di Milan Kundera
sono circa a metà, poi vi aggiornerò sulle impressioni.

6
Novità ed eventi / Re:Concorso "IL MIO LIBRO" 2018
« il: Giugno 20, 2018, 21:48:25 »
Fatto. E complimenti!

7
Mondo Kobo / Fimware 4.8.10956
« il: Aprile 29, 2018, 09:43:29 »
Vi segnalo l'uscita di questo nuovo firmware. E' stata implementata la funzionalità di scorrimento rapido delle pagine che, nelle versioni fw precedenti, era disponibile solo nel Kobo Aura One Limited Edition.
Come sempre, è possibile l'aggiornamento manuale.
Questo il link per il download.

8
Lo faccio anche io, perché è vero che la fronte illuminazione non è molto fastidiosa, ma comunque consuma batteria, ed il Kobo Aura One non è che sia un fenomeno di autonomia. Quindi se c’è una luce accesa nella stanza dove sto leggendo, o se leggo sotto la luce del sole, la spengo.

9
Leggendo mi è venuto in mente un'esperienza avuta quando usavo kindle: un autore indipendente, per promuovere il suo libro, regalava codici sconto Amazon da 1€ con i quali acquistare il libro a 0,99€. Si potrebbe fare così: fa acquistare dal sito il codice sconto a costo zero per prendere poi il libro gratis direttamente dallo store.

10
Da "Furore" di John Steinbeck

"Al diavolo tutto quanto! Non c’è nessun peccato e nessuna virtù. C’è solo quello che la gente fa. È tutto parte della stessa cosa. E certe cose che la gente fa sono belle, e invece altre non sono belle, ma questo è il massimo che qualsiasi uomo ha il diritto di dire"

"Ma, vedete, una banca o una società questo non possono farlo, perché non sono creature che respirano aria, che mangiano carne. Respirano profitti; mangiano interessi sul denaro. Se non lo fanno, muoiono esattamente come morireste voi senza aria, senza carne. È triste ma è così. Non ci si può fare niente."

"L’uomo, diversamente da ogni altra cosa organica o inorganica dell’universo, cresce al di là del suo lavoro, sale i gradini delle sue idee, va oltre il limite dei suoi risultati. Ecco cosa puoi dire dell’uomo: quando le teorie cambiano e crollano, quando le scuole, le filosofie, gli angusti vicoli bui del pensiero nazionale, religioso ed economico crescono e si disintegrano, l’uomo non si ferma, procede brancolando, ferendosi, a volte ingannandosi. Fattosi avanti, può darsi che indietreggi, ma solo di mezzo passo, mai di un passo intero"

"Avanzò a tentoni fino al materasso sul pavimento, si sdraiò e si mise a piangere, e le macchine che sfrecciavano sulla nazionale rendevano più solidi i muri della sua solitudine. "

"Io ci sarò sempre, nascosto e dappertutto. Sarò in tutt’i posti… dappertutto dove ti giri a guardare. Dove c’è qualcuno che lotta per dare da mangiare a chi ha fame, io sarò lì. Dove c’è uno sbirro che picchia qualcuno, io sarò lì. Se Casy aveva ragione, be’, allora sarò negli urli di quelli che si ribellano… e sarò nelle risate dei bambini quando hanno fame e sanno che la minestra è pronta. E quando la nostra gente mangerà le cose che ha coltivato e vivrà nelle case che ha costruito… be’, io sarò lì"

"Per l’uomo la vita è fatta a salti: se nasce tuo figlio e muore tuo padre, per l’uomo è un salto; se ti compri la terra e ti perdi la terra, per l’uomo è un salto. Per la donna invece è tutto come un fiume, che ogni tanto c’è un mulinello, ogni tanto c’è una secca, ma l’acqua continua a scorrere, va sempre dritta per la sua strada. Per la donna è così ch’è fatta la vita. La gente non muore mai fino in fondo. La gente continua come il fiume: magari cambia un po’, ma non finisce mai"


11
Sono a circa un terzo di “Furore” di Steinbeck. Mi sta facendo uno strano effetto: mentre lo leggo lo trovo molto interessante, bello, duro, ma no; pesante. Ma non mi dà quell'effetto calamita che mi generano altri libri. È come se avessi bisogno di più tempo del solito per digerire quello che leggo?

12
Sala da tè / Re:Prepararsi al voto
« il: Marzo 02, 2018, 08:25:21 »
Io vorrei votare secondo programma elettorale, ma l’unico partito che ne ha stilato uno che condivido al 90% (credo sia impossibile arrivare oltre), probabilmente non arriverà in parlamento. Di conseguenza, purtroppo, dovrò dare il mio voto ad un partito più grande che non mi rappresenta al meglio, affinché non vada al governo chi non voglio. È un assurdo totale, ma con questa legge elettorale è l’unica cosa che mi sento di dover/poter fare.

13
Sala da tè / Re:Il ghostwriting è etico?
« il: Febbraio 13, 2018, 19:51:38 »
Per me è un'altra di quelle meschine truffette che ormai muovono il mondo. Credo che a volte gli autori, anche quelli internazionali, abbiano dei momenti di appannamento o non riescano a stare dietro alle scadenze che gli editori impongono per affollare il mercato dell'ennesimo thriller uguale al precedente, e per questo "prendono in prestito" idee e tempo di scrittori sconosciuti. Non credo sia l'unico caso, ma quello in cui ho il sospetto di essermi imbattuto qualche volta.
A proposito di ghostwriters, Alice Basso ha pubblicato una trilogia (che sta per arricchirsi di un quarto volume) in cui la protagonista svolge proprio questo lavoro, ma in modo inusuale. Per chi avesse voglia di immergersi un po' in quel mondo, ne consiglio senz'altro la lettura.

14
Novità ed eventi / Offerta paperwhite S. Valentino
« il: Febbraio 07, 2018, 20:30:22 »

15
Sala da tè / Re:Dimenticarsi di aver letto un libro
« il: Gennaio 31, 2018, 20:36:46 »
Io leggo anche tanti saggi, non corro il rischio di fare confusione sui romanzi letti perchè non sono così numerosi, però mi capita di avere dei vuoti completi sulle trame, ad esempio alcuni gialli di Michael Connelly sono molto avvincenti però sono privi di un qualche tipo di contenuto che rimanga impresso nella mente, tipo un buon approfondimento psicologico dei protagonisti.
Sto leggendo proprio ora "il lato oscuro dell'addio" di Connelly. Naturalmente ho letto tutti i precedenti e mi trovo in parziale disaccordo con te: trovo che Harry Bosch sia un personaggio che viene sviscerato in profondità sul piano psicologico,
Spoiler: mostra
andando a scavare nel suo passato di soldato in Vietnam, facendolo passare attraverso tragedie umane e mettendolo di fronte alla necessità di far crescere, accudire e proteggere da solo una figlia che cresce molto più velocemente di quanto lui voglia.

Anche Mickey Haller è un personaggio molto ben caratterizzato nel suo profilo psicologico. Magari Terry McCaleb e gli altri hanno avuto un trattamento più superficiale, lo riconosco, ma la vita di Bosch la ricordo molto meglio delle sue indagini.
Chiudo con la solita precisazione: solo una mia opinione, si intende.

16
Credo che "Esercizi di memoria", che ho appena finito di leggere, rappresenti una tappa fondamentale per capire ancora di più le sfaccettature della narrativa di Andrea Camilleri: le sue esperienze adolescenziali, le sue frequentazioni nel mondo dello spettacolo e della politica ci regalano un ritratto molto ben definito di quello che ritengo uno dei migliori romanzieri italiani contemporanei.

Ora si cambia genere per ritrovare la vecchia conoscenza Harry Bosch, protagonista di una lunga serie di romanzi di Michael Connelly.

17
Sala da tè / Re:Dimenticarsi di aver letto un libro
« il: Gennaio 24, 2018, 18:47:02 »
Sembriamo gli anziani nelle sale d'attesa del medico: "Ma lei lo sa quante compresse prendo io? Sette!" "Io, cinque, ma sono stato operato quattro volte!"
 :laugh:

18
Terminato ieri "Il debito" di Glenn Cooper.
Spoiler: mostra

Devo dire che ho aspettato almeno per il 50% del libro l'introduzione di un elemento soprannaturale (usuale, come sanno i lettori dell'autore) che non è mai arrivato; questo mi ha lasciato particolarmente felice, perché non si può insistere all'infinito con lo stesso schema.

L'ho trovato ben strutturato ed approfondito, con personaggi molto caratterizzati.
Certo, è un thriller, non ci si può aspettare molto sotto il profilo dei contenuti. Permette però di passare qualche ora di lettura molto piacevole.

Nell'ora che mi era avanzata ho letto un racconto di Alice Basso intitolato "La ghostwriter di Babbo Natale", con la protagonista dei tre romanzi precedenti della stessa autrice, peraltro gratuito. Per chi non la conoscesse e fosse alla ricerca di un nuovo autore, consiglio di provare a leggerne qualcosa.

Inizio oggi "Esercizi di memoria" di Andrea Camilleri.

19
Sala da tè / Re:Dimenticarsi di aver letto un libro
« il: Gennaio 22, 2018, 18:55:04 »
Ed eccoci al gruppo di auotomutuoaiuto per i lettori con Alzheimer.
Ciao a tutti, sono A.l.e, ed è capitato anche a me di iniziare a leggere un libro, rendendomi conto dopo dieci pagine di averlo già letto.
A mia discolpa posso dire che si trattava di un'opera di Camilleri, un autore molto prolifico in condizioni normali, che ha ripubblicato lo stesso titolo dopo tempo.
Una seconda volta mi è capitato con G.L. Barone, il quale ha pubblicato in volume unico una romanzo uscito precedentemente a puntate. Anche in questo caso ho dovuto leggere qualche pagina prima di rendermene conto.

20
Penso che più che dal libro i giorni impiegati dipendano da quanto tempo si può dedicare alla lettura.
Nella mia esperienza, lo stile di alcuni autori mi porta a leggere con una velocità diversa da quello di altri: "Notre Dame de Paris" lo ricordo come interminabile (questo non significa che non lo abbia amato). Con altri autori mi capita di andare a velocità molto più alte.
Naturalmente questo non deve necessariamente essere vero per tutti i lettori, anzi.

Ognuno deve leggere con i tempi ed i modi che più sono consoni alla propria situazione ed alle proprie abitudini.

L'importante è che una volta finito il libro ci resti nella testa il più possibile.
Questo lo condivido al 100%.

Pagine: [1] 2 3 ... 6