Messaggi recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Ciao a tutti!
Per gli appassionati di SCI FI e Fantasy che se la cavano con l'inglese segnalo questa offerta! Scade a fine febbraio!

Humble Bundle
2
Sala da tè / Re:Il ghostwriting è etico?
« Ultimo messaggio da Caramon77 il Febbraio 17, 2018, 19:44:37 »
Da che mondo è mondo i politici, capaci si e no di firmare un documento, hanno usato discorsi non propri commissionati ad altri per spostare l'opinione della gente.

Non parliamo poi dei pittori rinascimentali e baroccchi che con il pretesto di insegnare a dipingere sfruttavano gli allievi paganti facendoli sgobbare su bozzetti per poi venderli con la propria firma dopo qualche ritocco.

Ed il cinema??
Tutta la notorietà va al regista, ma chi scrive il copione e gli sceneggiatori sono considerati come fantasmi dal pubblico.
Non sono anche loro, nel loro campo, dei ghost?  :question:

In verità no... le persone che lavorano ad un film sono specificate nei credits e se un nuovo progetto vuole la qualità di casting, scripting, fotografia o altro, vista in un film già prodotto, ecco che tali persone vengono coinvolte.

Il caso dell'arte è interessante, ma anche qui il segreto era assai fragile.

Il ghost writing è molto peggiore. Il vero scrittore è noto a ben pochi e sono tutti tenuti al riserbo. Il lettore viene a tutti gli effetti ingannato.
3
Sala da tè / Re:Il ghostwriting è etico?
« Ultimo messaggio da karamella il Febbraio 17, 2018, 12:09:43 »
Da che mondo è mondo i politici, capaci si e no di firmare un documento, hanno usato discorsi non propri commissionati ad altri per spostare l'opinione della gente.

Non parliamo poi dei pittori rinascimentali e baroccchi che con il pretesto di insegnare a dipingere sfruttavano gli allievi paganti facendoli sgobbare su bozzetti per poi venderli con la propria firma dopo qualche ritocco.

Ed il cinema??
Tutta la notorietà va al regista, ma chi scrive il copione e gli sceneggiatori sono considerati come fantasmi dal pubblico.
Non sono anche loro, nel loro campo, dei ghost?  :question:
4
Recensioni e discussioni su libri e prodotti editoriali / Re:Che libro state leggendo?
« Ultimo messaggio da Jane Eyre il Febbraio 17, 2018, 00:29:38 »
Continua il mio viaggio fra i saggi...mia vecchia passione.
Terminato il libro di Deaglio, ho iniziato ieri mattina "Seppellite il mio cuore a Wounded Knee", un resoconto storico, non romanzato, degli avvenimenti accaduti nel trentennio post Guerra Civile Americana, sullo sterminio degli Indiani d'America.

Un utente di Goodreads, nella sua recensione scrisse che questo è un libro che ha il potere di cambiare radicalmente il modo di vedere e sentire di chi lo legge. "Dopo che lo avrete letto non sarete più gli stessi", scrive.
È vero. Io sono appena al terzo capitolo, e mi sono già accorta che qualcosa, nel mio animo, è mutato nei confronti di coloro che ho sempre ritenuto "americani".
5
Sala da tè / Re:Il ghostwriting è etico?
« Ultimo messaggio da Jane Eyre il Febbraio 16, 2018, 23:12:32 »
Sempre più scioccante!
Capisco che viviamo un'epoca d'incertezze e di grandi difficoltà economiche, ammetto che sia necessario, a volte, inventarsi qualsiasi lavoro quando di lavoro non se ne trova..ma questa qui è un'altra cosa!
Qui non si parla di manovalanza, ma di opere d'arte e d'ingegno..alcune hanno acquisito un potere politico e mediatico enorme. Opere che hanno cambiato il mondo, il corso della Storia. Non si può barare su queste cose, secondo me.

Immaginiamo che all'improvviso ci vengano a dire che La Gioconda non l'ha veramente dipinta Leonardo, o che il celebre "I have a dream" pronunciato da M.L. King non fosse in realtà farina del suo sacco.... chissà come sarebbe potuta cambiare la Storia!
6
Sala da tè / Re:Il ghostwriting è etico?
« Ultimo messaggio da Caramon77 il Febbraio 16, 2018, 17:54:15 »
Ma pensa un po'... a 'sto punto c'è da chiedersi se perfino le tavole della legge siano genuina opera del presunto autore  :ghost:
7
Sala da tè / Re:Il ghostwriting è etico?
« Ultimo messaggio da karamella il Febbraio 16, 2018, 17:32:18 »
Ho curiosato qua e là ed ho trovato due link interessanti (a parte wikipedia, benchè spieghi qualcosa anch'essa)

http://www.iltuoghostwriter.it/chi-sono/

http://www.repubblica.it/cultura/2014/08/12/news/crofts_sono_il_re_dei_bestseller_ma_rimango_un_fantasma-93605518/

Quasi quasi  ci faccio un pensierino :laugh:
8
Sala da tè / Re:Il ghostwriting è etico?
« Ultimo messaggio da Jane Eyre il Febbraio 14, 2018, 09:45:41 »
Bé dai è ovvio che Babbo Natale fa leggere le letterine ad altri e si fa aiutare, mica può far tutto da solo, poverino :-P
ahahaha bella questa!
9
Sala da tè / Re:Il ghostwriting è etico?
« Ultimo messaggio da Caramon77 il Febbraio 14, 2018, 09:05:57 »
Bé dai è ovvio che Babbo Natale fa leggere le letterine ad altri e si fa aiutare, mica può far tutto da solo, poverino :-P
10
Sala da tè / Re:Il ghostwriting è etico?
« Ultimo messaggio da Jane Eyre il Febbraio 13, 2018, 20:46:19 »
Per me è un'altra di quelle meschine truffette che ormai muovono il mondo. Credo che a volte gli autori, anche quelli internazionali, abbiano dei momenti di appannamento o non riescano a stare dietro alle scadenze che gli editori impongono per affollare il mercato dell'ennesimo thriller uguale al precedente, e per questo "prendono in prestito" idee e tempo di scrittori sconosciuti. Non credo sia l'unico caso, ma quello in cui ho il sospetto di essermi imbattuto qualche volta.
A proposito di ghostwriters, Alice Basso ha pubblicato una trilogia (che sta per arricchirsi di un quarto volume, in cui la protagonista svolge proprio questo lavoro, ma in modo inusuale. Per chi avesse voglia di immergersi un po' in quel mondo, ne consiglio senz'altro la lettura.
Grazie  Ale,
Infatti, è stato proprio leggendo il racconto "La ghostwriter di Babbo Natale", che ho scoperto la questione! Non avrei mai immaginato che avvenisse anche questo.
Pagine: [1] 2 3 ... 10