Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - Jane Eyre

Pagine: [1] 2 3 4
1
Mondo Kindle / Metadati!
« il: Settembre 19, 2018, 00:13:45 »
Ciao a tutti,
Sicuramente arrivo tardi, ma....ecco un problema di cui mi accorgo solo ora 😷.
I metadati del mio azw3 convertito non compaiono correttamente nel mio PW; cioè: si legge solo il titolo del libro, via tutto il resto....
Soluzioni?

2
Telefonia e smartphone / Qualcuno di voi ha iliad?
« il: Agosto 05, 2018, 15:36:22 »
Con la recente rimodulazione propinatami da Vodafone (compresa Tim, è la seconda in pochi mesi), non ci ho visto più, e ho detto STOP!
Sto passando a Iliad, e, nonostante la rete internet sia un po' ballerina, sono assai felice. 😊. Attendo la portabilità del mio numero, e se Vodafogne (ooops! "Vodafone" *__*) non mi fa ostruzionismo, potrò finalmente starmene in pace...
"Per sempre" è per sempre!! 😄..

Ecco, un piccolo sondaggino..

Qui fra voi c'è qualcuno che ha preso il nuovo operatore? Se sì, in quale offerta, e come vi trovate?

3
Novità ed eventi / Offerta lampo Fanucci e-book di fantascienza
« il: Luglio 07, 2018, 09:31:35 »
Segnalato da un utente del forum kindle, vi giro la notizia ☺.
50 e-book Fanucci in sconto, dal 6 al 9 luglio.

https://www.facebook.com/notes/fanucci-editore/50-ebook-in-offerta-lampo/10155486733075969/?mc_cid=d142506ff5&mc_eid=87d2eba5a3

4
Titolo originale: "The house of Dr. Edwardes", 1927.

Ho comprato questo libro tre anni fa, ma l'ho letto solo adesso. Vi chiederete perché. La ragione è che non ho mai amato particolarmente il film del 1945 tratto da questo libro. Nonostante la bravura di Ingrid Bergman, meravigliosa interprete di capolavori quali: Casablanca, Il dottior Jekyll & Mister Hyde (1941, con un istrionico Spencer Tracy), Notorius l'amante perduta (capolavoro assoluto del Maestro, probabilmente il più bello di tutta la sua filmografia ❤), e nonostante il fascino indiscusso di un'icona di Hollywood come Gregory Peck, il film non mi ha mai emozionata.

Ma non è del film che voglio certamente parlare.
Vi avverto subito che se avete visto il film, ma non conoscete il libro, vi troverete assolutamente spiazzati. La storia ideata da Francis Beeding (pseudonimo dei due giallisti inglesi: Hilary Aidan St. George e John Leslie Palmer) fu completamente ribaltata da Hitch, il quale voleva portare al cinema un giallo psicologico (genere a lui legato indissolubilmente), e per farlo, stravolse totalmente la trama.

Sarò sincera, man mano che proseguivo la lettura e andavo realizzando come stavano le cose, mi sono detta: ma questa è spazzatura, frutto di una mente fuori di testa! Altro che giallo psicologico! Qui si toccano argomenti da scomunica...sì, perché il libro è un riuscitissimo foeuilleton dalle tinte più proibite che proibite non si può. Mistero, intrigo, il doppio, atmosfere decisamente horror compongono l'ordito..
Satanismo! Ritroviamo i riti sabba, esoterismo in piena regola, con tanto di pentacolo e altre blasfemie deliranti..

No è un prodotto elevato, non è alta letteratura, è un romanzo popolare d'appendice, come andavano di moda un tempo.

Meriterebbe una stella per gli argomenti, me gliene assegno cinque. Perché?
Perché pochi thriller mi hanno fatta tremare tanto quanto questo piccolo capolavoro dell'horror.

Per stomaci forti.

5
Mondo Kindle / Aggiornamento 5.9.6
« il: Giugno 07, 2018, 21:47:55 »
Quasi non ci credevo quando l'ho saputo (vale a dire, ieri)! La nuova funzione introdotta qui era una delle mie richieste del 2016 e finalmente accolta!  :clap: :clap: :clap:
Ossia, la possibilità di caricare font personalizzati (di tipo: OTF e TTF) e impostarli durante la lettura, :laugh: analogamente a quanto ho visto con kobo e tolino.

Una volta scaricato l'update, l'utente troverà una cartella "fonts", con dentro un file readme che spiega tutto.

Sono veramente senza fiato! Adesso manca solo la copertina libro in stand-by, e kindle diventerà PERFETTO!!

6
Sala da tè / Fabrizio Frizzi se n'è andato.
« il: Marzo 26, 2018, 12:34:53 »
Quanto mi è dispiaciuto apprendere della scomparsa di Fabrizio Frizzi..😢😢😢
Brutto risveglio oggi.
Sapevo che stava male, ma speravo che ne uscisse..
Io ero ragazzina quando lo vidiin TV la prima volta, doveva essere con Europa Europa. Che ridere, quando il pubblico a casa aggiungeva quel "Pronto" alla risposta di rito..😁
Piaceva tanto anche ai miei.
Un conduttore come quelli di una volta, mai volgare, garbato, sempre sorridente..
Addio, Fabrizio. Ci mancherai tantissimo.

7
Mondo Kindle / Display kindle paperwhite, nuovo problema.
« il: Marzo 02, 2018, 13:08:49 »
Salve, ragazzi  :cute:
Prima di fasciarmi la testa, vorrei fortemente il vostro parere su uno strano malfunzionamento che è comparso da un paio di giorni al mio Paperwhite.
Ho già  scritto  agli assistenti amazon del loro forum, ma mi fido quasi più di voi che di loro..
Temo che ci siamo di nuovo, col display.   :sweat:

Vi spiego in due parole.

Sto leggendo, e per un po', tutto regolare. Dopo un tot numero di cambi pagina, succede questo: il testo appare normalmente, ma subito dopo prende come a ricaricarsi sul display per tre volte di seguito. Io l'ho definito, nella mia ignoranza, "lampeggiamento", ma l'assistente Amazon lo definisce "sfarfallio".
Il guaio è che non riesco a mostrarvi come fa, perché 'sto effetto qui va e viene, appare senza avvisare, mentre se fosse una riga sullo schermo, sempre visibile,  basterebbe una foto..ahimè.
Dopo aver fatto così per tre volte, prosegue tutto normale, finché lo ripete, dopo un altro tot pagine per una volta soltanto, e poi ricomincia ancora per tre dopo altre tot pagine. Non so se mi sono spiegata..niente a che vedere con il refresh, comunque.
E me lo fa sia con gli epub convertiti che con gli azw originali.

L'assistente del forum mi consiglia il reset.. e io tremo, perché credo che la garanzia sia già scaduta, e se ha deciso di piantarmi in asso, ha scelto proprio il momento peggiore.  :disapointed:

Cosa ne dite?


8
Sala da tè / Il ghostwriting è etico?
« il: Febbraio 13, 2018, 08:40:52 »
Non prendetemi per un dinosauro, vi prego..solo per caso ho appreso dell'esistenza di questa professione, e ne sono rimasta basita.

Molti lavori si eseguono su commissione, e si sa che gli artisti vivono della propria arte, ma scrivere un'opera (a volte integralmente ) per conto di un'altra persona, rinunciando alla paternità, ha senso??

Sembra che anche la politica si serva di questo sistema, a volte per mettere insieme un' "autobiografia", o un testo per comizi o roba del genere, per mancanza di tempo o per esigenze di qualità. E però, un autobiografia, a rigor di logica, per essere "auto", ognuno se la deve fare da sé, o non è più un prodotto personale..
E se proprio le case editrici hanno bisogno di raffinare e mettere a punto ogni dettaglio di un libro, perché non rivolgersi a un correttore di bozze?

Dal lato "autore", che gusto c'è a dire di aver scritto un libro quando in realtà non si è fatto nulla? E mi sembra un imbroglio bello e buono verso i lettori! Chissà quanti credono di aver letto veramente un romanzo di questo o quell'autore,  quando invece dietro c'era lo scrittore ombra...
A questa stregua, come fa il lettore a sapere chi ha realmente scritto l'opera?

9
Mercatino / [CERCO] eink illuminato usato.
« il: Gennaio 23, 2018, 17:10:22 »
Ciao a tutti.
Mi sto guardando intorno già da un po' per vedere di recuperare un discreto usato per mio marito, ma soldini da spendere ne abbiamo pochini, ahimè...
Ha letto qualche ebook sul mio kindle Paperwhite e si trova bene, ma io sarei orientata più verso un kobo, o magari anche un tolino; intanto, per non avere due ereader uguali in famiglia, e per evitare le conversioni.
Chiaramente, voglio evitare problemi con le registrazioni degli account, ed è un gran seccatura non poter usare il lettore senza account, e mi pare di ricordare che l'unico a consentire ciò sia proprio il buon vecchio tolino.
Al dunque..
Sto vedendo sia il solito Ebay, che Subito.it (se conoscete altri mercatini on-line affidabili, consigliatemi pure ☺), e qualche offerta interessante l'ho adocchiata, ma ho notato una certa sovrabbondanza di offerte riguardanti il kobo aura.. vale ancora la pena, o è superato?

10
20 euro di sconto, fino al 18/12.
😃

11
Sala da tè / Vergogna agli hooligans! Giù le mani da Anna Frank!
« il: Ottobre 24, 2017, 14:01:41 »
Quando pensiamo che la nostra società abbia raggiunto il fondo e che non possa peggiorare oltre, ci si accorge, invece, che al peggio non c'è fine.
Mi riferisco all'abominevole atto compiuto dagli hooligans della Lazio ai danni della memoria di Anne Frank, simbolo universale della shoah.

Dico, ma cos'altro ancora dobbiamo vedere?? Come si sono permessi, quegli esseri..di accostare uno stupido sport alla figura di quella meravigliosa creatura???

Ho letto i suoi scritti, e ne sono rimasta incantata. Anne era una ragazzina straordinaria, ed è incredibile come sia riuscita a inventare fiabe e storie nel mezzo del dramma che stava vivendo..non è da tutti!
Aveva del talento, oh se ne aveva! Sarebbe sicuramente diventata scrittrice,  come lei stessa sognava, se solo non le avessero strappato la vita.. 😢

12
Mondo Tolino / Tolino Epos
« il: Ottobre 14, 2017, 12:20:16 »
Si sarebbe piazzato in diretta concorrenza con Kindle Oasis e Kobo Aura One, per fascia di prezzo e dimensioni extra, ma hanno deciso di non commercializzarlo in Italia...

Ok, ora Tolino è di Kobo Rakuten, ma non comprendo le ragioni di tale scelta. Mi sembra una specie di autogol..

https://hardware.hdblog.it/2017/10/11/tolino-epos-caratteristiche-prezzo-disponibilita/

13
Mondo Kindle / Aggiornamento software 5.8.11
« il: Ottobre 14, 2017, 09:28:46 »
Salve☺.
Con l'avvento del nuovo modello Oasis 2017, in commercializzazione da questo  fine mese, Amazon ha rilasciato una nuova versione software, molto interessante. 

La versione 5.8.11 è estesa ad alcuni dispositivi Kindle, dalla 6a generazione in poi.

L'aggiornamento introduce le seguenti migliorie:

Controllo Grassetto: Puoi ora impostare il livello di grassetto su tutti i font per rendere la lettura più agevole. La nuova funzionalità può essere controllata dal menu Impostazioni schermo (Aa) all’interno degli eBook.

Più dimensioni carattere: Puoi ora puoi scegliere tra 14 diverse dimensioni carattere per rispondere al meglio alle tue preferenze di lettura.

Risultati di ricerca migliorati: La visualizzazione dei risultati di ricerca è stata migliorata per aiutarti a trovare più facilmente quello che stai cercando.

Qui la pagina di download via USB:

https://www.amazon.it/gp/help/customer/display.html/ref=hp_mob_bc_nav?ie=UTF8&nodeId=200529680

14
Telefonia e smartphone / Samsung internet 5.0/5.4
« il: Maggio 29, 2017, 17:02:15 »
Che meraviglia, ragazzi..!!
Di recente, Samsung ha rivisto completamente la sua versione del browser stock montata a bordo dei suoi Galaxy e ha fatto un lavoro stra-or-di-na-rio!!
Anche prima, anche nei dispositivi non Samsung, il browser di Android si rivelava spesso una scelta migliore rispetto ad altri mattoni come Firefox o Chrome, ma c'era il problema della pubblicità, che ormai dappertutto è diventata eccessivamente invasiva, e ciò può essere spesso causa di guai per chi naviga in mobilità (oltre al fastidio di tutti quei banner e pop up lampeggianti che riempiono le pagine web disturbando la lettura, si pensi alla gran quantitià di dati consumati sul traffico SIM, senza contare tutta quella marmaglia truffaldina che a volte si installa a nostra insaputa e magari fa partire servizi in abbonamento non richiesti, ciucciando soldi dalla scheda SIM - a me una volta è successo -  :teeth:).
Problema finito, perché già a partire dalla versione 5 Samsung ha introdotto il supporto alle estensioni e la possibilità di inserire nel browser un adblock scaricabile direttamente dal G.Play e ce n'è in giro più di uno.

E intanto, il mio povero vecchio Note 3 neo ringrazia!!!  :rotfl:

Ad ogni modo, nel seguente articolo spiegano bene tutte le novità:

https://www.tuttoandroid.net/samsung/samsung-internet-si-aggiorna-alla-versione-5-0-nuova-interfaccia-estensioni-nuova-icona-439788/

15
Titolo originale: Hija de la fortuna.
Anno di pubblicazione: 1999.

All'inizio del 1832, una neonata abbandonata viene ritrovata da una ricca famiglia d'inglesi emigrati in Cile. Nella casa ci sono due fratelli: Jeremy Sommers, presidente della Compagnia Britannica d'Importazione ed Esportazione e sua sorella Rose, ancora giovane e affascinante e non sposata. E fra un porto e l'altro, anche un terzo fratello, John, un vecchio lupo di mare.
Ad occuparsi di tutto è Jeremy, ma sarà la giovanissima Miss Rose ad allevare la bimba come una vera figlia.
Gli anni passano e la bambina cresce, custodita e protetta da una famiglia dall'indubbia buona reputazione, ma, mano mano che la storia si sviluppa, l'autrice lascia trapelare al lettore che forse, dietro la facciata dell'apparente rispettabilità, non sono tutte rose e fiori e che oltre alle apparenze ai formalismi dell'alta società, c'è anche dell'altro..
Sullo sfondo dell'epopea della corsa all'oro della California, assistiamo alla crescita fisica e morale di una bambina, Eliza Sommers, che per diventare adulta e consapevole di se stessa e fautrice del suo destino (e non di quello che altri avevano precedentemente scelto per lei), dovrà affrontare numerose prove e disavventure.
"La figlia della fortuna" è la storia, magnificamente scritta, di una giovane che parte alla ricerca dell'amore e, invece, trova se stessa.

16
Sala da tè / Ho traslocato!!
« il: Aprile 04, 2017, 23:01:01 »
Due righe per condividere con voi la mia grande gioia: oggi la mia famigliola si è trasferita in un altro appartamento (purtroppo, non nostro), più grande e migliore😃.
Siamo stanchissimi, i traslochi sono veramente faticosi...
Per ora siamo un po' accampati, e abbiamo ancora tanto da fare, ma siamo contentissimi 💗.

17
Sala da tè / Letteratura russa
« il: Marzo 31, 2017, 21:18:24 »
Ho una sorta di timore reverenziale nei suoi confronti. Probabilmente perché intorno ai sedici anni avevo iniziato Guerra e Pace, ma lo trovai pesantissimo e lo mollai quasi subito. Forse a causa dell'età, magari la traduzione, o le troppe parti in francese.. chissà, fatto sta che mi ha traumatizzata e da allora non me la sono più sentita di riprovare..ma giro intorno a questo rapporto mancato da anni. Mi sento una lettrice colpevole.
Oggi, forse, che sono più matura, potrebbe funzionare.

Che ne pensate? Che rapporto avete con i mattoni sovietici?

18
La mia edizione di riferimento: ebook Salani 2017.

Tutti conosciamo le gesta del piccolo Rémi, scritto diversi anni prima da Hector Malot con l'"aiuto" della figlia Lucie quando era bambina.
Perrine, come Rémi, è, in un certo senso, la sua controparte al femminile.
Il filone delle orfanelle sfortunate che nessuno vuole, si sa, è assai ricco e vario, ma, probabilmente, tanti devono la loro fortuna anche all'eroina di Malot. Malot, prolifico autore di romanzi per grandi, è curiosamente noto, in Italia, più per le storie di Rémi e Perrine che per il resto da lui scritto.

Su questo libro c'è poco da dire, la storia è coinvolgente ed efficace, la trama è ben congeniata e il libro si illustra da solo. Perrine la conosciamo tutti, grazie anche alla trasposizione televisiva animata giapponese del 1978, epoca in cui educare i piccoli spettatori aveva ancora un senso, e per farlo i creatori dei famosi Anime ricorrevano sempre più spesso alle opere più famose della letteratura occidentale. Perrine (erroneamente traslitterato in "Peline" in Peline Story), è la nipotina di Vulfran Paindavoine, un burbero industriale molto ricco che ad un certo punto interrompe bruscamente i rapporti con il suo unico figlio, allorché quegli contrae matrimonio in India, con una donna ch'egli reputa indegna e inaccettabile. E da quel matrimonio, naturalmente, scaturisce una nipote del tutto sconosciuta.

Essendo figlia, per così dire, del peccato, per essere accettata dal nonno, Perrine dovrà guadagnarsi la sua stima, e per farlo, dovrà superare numerose prove.

Non aggiungo altro per non rovinare la sorpresa a chi non l'ha ancora letto.

In famiglia è un libro per ragazzi, ma è altresì adatto a tutti, perché narra una storia deliziosa, d'avventura, di conflitti famigliari e di buoni sentimenti. Malot non ci risparmia nulla: nel libro c'è anche spazio per la critica sociale, per tematiche scottanti come l'analfabetismo, lo sfruttamento lavorativo, la piaga del lavoro minorile.

E' un libro da leggere in famiglia.. ;-)

19
*BELLISSIMO*  :clap:

L'ultimo lavoro compiuto, prima della morte, del vecchio Charles è, a detta di molti, il romanzo che gli conferisce il diritto di essere annoverato, al pari di Shakespeare, tra i più grandi autori britannici della Storia.
Dickens è noto universalmente per i suoi romanzi sociali e di formazione, e "Il nostro comune amico" non fa eccezione, e in più porta con sé un giallo, una morte misteriosa..
Questa volta è molto difficile recensire senza svelarne la trama.
Accanto a dei netti protagonisti troviamo dei comprimari, degli antagonisti, fino ad arrivare ad un vasto caleidoscopio di personaggi le cui personalità sono da Dickens sviluppate più o meno ampiamente, e di cui egli si serve per descrivere e criticare, da perfetto cronista quale è, con il cuonsueto acume, e ironia, un po' tutte le varie sfaccettature della società in cui viveva, tanto largamente stratificata; e così, con gran dinamismo e naturalezza, ci conduce tra il fango del Tamigi e i salotti dei signori.
Dickens denuncia, attacca, stuzzica, ironizza, prende abilmente in giro (divertendosi anche un po', a mio parere) un po' tutti i suoi personaggi senza distinzione; tuttavia la beffa è direttamente proporzionale alla disistima che palesemente alcuni di questi suscitano, in lui, più di altri. Su questo piano abbiamo, probabilmente, il Dickens migliore di sempre.
Ma il vecchio Charles è anche molto abile nel depistare continuamente il lettore seminando ovunque falsi indizi, e narra con sapienza una storia gialla in cui non mancano di certo l'amore, la rettitudine e i buoni sentimenti accanto, manco a dirlo, a egoismo e decadenza morale. E così, pagina dopo pagina, assistiamo all'affermazione in positivo di alcuni, e al netto decadimento di altri. Dickens ci insegna che le convenzioni sociali lasciano il tempo che trovano, che siamo tutti esseri umani potenzialmente corruttibili e ci dice che non sempre le più infime azioni sono commesse da chi viene "dal basso", e ci ammonisce sul ruolo che il denaro ha sulle nostre vite..
Non aggiungo altro per non rivelare troppo sulla trama.

"Il nostro comune amico" è la penultima opera lunga dell'autore. Non sarà famosa come l'Oliver Twist o Grandi Speranze, ma è un gran bel libro che si legge tutto d'un fiato e raramente annoia.

20
Telefonia e smartphone / Ritorna il Nokia 3310
« il: Febbraio 26, 2017, 21:38:33 »
Quando l'ho letto non ci potevo credere!! 😁😀
Nell'egemonia smartphoniana, c'è chi ritira fuori un cellulare dal cilindro 😂

http://www.why-tech.it/news/nuovo-nokia-3310-il-ritorno-dello-storico-cellulare.html

Pagine: [1] 2 3 4