Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Caramon77

Pagine: [1] 2 3 ... 95
1
Ciao a tutti, oggi abbiamo un ospite d'eccezione, ovvero Andrea Zanotti, alias Corvorosso, che da anni frequenta il nostro forum presentando opere di letteratura digitale e cartacea proposte da editori indipendenti.

Caro Andrea, come stai? Puoi parlarci del tuo progetto, quando è nato?

Speriamo di esserci lasciati il peggio alle spalle e parliamo di cose belle! Scrittorindipendenti nasce una decina d’anni fa, tempi d’oro per i pionieri delle autoproduzioni, almeno per quel che mi riguarda. Ti confesso che con il passare degli anni il mercato si è saturato e, putroppo, tanti prodotti che escono ogni giorno non hanno i crismi della professionalità. Questo ha fatto sì che l’intera categoria degli autori indipendenti ne sia uscita molto penalizzata. Ma non è questa la sede adatta per parlarne. L’obbiettivo del blog invece non è cambiato ed è sempre quello di scovare all’interno del mare magnum di queste pubblicazioni testi godibili, senza preconcetti. E devo dire che di belle scoperta nel corso degli anni ne abbiamo fatte parecchie!

Quanti autori avete recensito da quanto siete in attività?

Difficile dirlo con precisione, ma credo di non andare lontano rispondendo con almeno 300. E i libri in coda lettura sono veramente tanti. Alle volte mi trovo a pensare che effettivamente il detto che ci siano più scrittori che lettori, in Italia, possa nascondere una parte di verità. Aggiungo anche che la cosa non sarebbe poi così tragica, nel senso che la scrittura è meravigliosa ed è bello pensare che tante persone ci si dedichino.

Parlaci del mondo della letteratura indipendente, come lo descriveresti in tre righe?

Mai come in questo periodo storico credo sia una bella valvola di sfogo per tutto quello che non è uniformato ai canoni imposti dal pensiero dominante, e invasivo, che aleggia oramai anche nella letteratura d’evasione. L’autoproduzione fornisce all’autore piena libertà, comprensiva di tutti i pregi e difetti che questa comporta. Da questo sorge, inevitabile, il caos e il profluvio di pubblicazioni, alcune delle quali realmente imbarazzanti. La mancanza di filtro da parte di una casa editrice si fa sentire, anche se come ben sappiamo tutti, neppure queste sono una garanzia di qualità. Esiste l’editoria a pagamento, esitono piccoli editori che non curano minimamente l’editing dei testi, per cui, come in tutti i casi, le autopubblicazioni sono a ben vedere uno strumento. Lo si può utilizzare in modo professionale, realizzando “prodotti libro” che non hanno nulla da invidiare ai migliori prodotti delle grandi case editrici, oppure si possono sfornare lavori mediocri, soprattutto quando ci si lascia prendere dalla fretta di voler vedere il proprio lavoro nei vari negozi online.

Finora abbiamo parlato del progetto e delle edizioni indipendenti, ma parlaci un po' degli autori. Com'è rapportarsi con loro? Quali sono i percorsi più validi per proporsi al mondo quando si scrive?

Ah, in questi anni mi è capitato di tutto. La politica del blog è quella di recensire solo testi che raggiungano, a nostro parere, almeno la sufficienza. Il nostro scopo è valorizzare belle storie, non castigare opere/autori non ancora maturi. Questa è la prima cosa che chiarisco quando un autore mi manda il suo romanzo in lettura. Ovviamente tentiamo di essere il più obbiettivi possibile, e ogni recensore ha la possibilità di scegliere il testo del quale occuparsi, per rimanere nell’ambito a lui più congeniale e nel quale si sente anche più preparato. Premesso questo, nel tempo mi sono imbattuto in qualche “cane idrofobo” che non solo non ha accettato il nostro parere, e i nostri consigli, ma che si è accanito in tutti i modi possibili. Devo dire però che la maggior parte delle persone incontrate in questi anni si è sempre mostrata disponibile al dialogo e al confronto e sono nate davvero molte amicizie e collaborazioni. E’ questo l’aspetto che maggiormente mi spinge ad andare avanti e che mi aiuta a migliorare.
Quali sono i percorsi per raggiungere il lettore? Non è facile rispondere. Anzitutto bisogna capire cosa si cerca. Anni fa, nei tempi d’oro, le autopubblicazioni erano poche, si potevano tranquillamente inserire negli store i romanzi in download gratuito e questo concedeva possibilità immense a uno sconosciuto per farsi conoscere e leggere. Oggi non è più così. Ogni giorno escono dozzine di libri in ambito fantastico. Dozzine forse è una sottostima. Ogni giorno. Capite che è durissima. A quel punto si può guardare ai piccoli editori di qualità. In base al genere che predilege un autore che vuole farsi pubblicare dovrebbe iniziare a guardarsi attorno, a leggere opere di piccoli editori e farsi la propria idea. Conoscendo il catalogo di un editore è molto più facile trovare quello che prenderà seriamente in considerazione il testo che gli vorrai sottoporre. A mio avviso arrivare alla medio/grande editoria è realmente opera improba. Ci sono poche agenzie letterarie in Italia capaci di raggiungerla, figuriamoci il singolo autore sconosciuto...

Ora parlaci di te, liberamente. Le tue passioni, i motivi che ti spingono a fare ciò che fai, i progetti futuri sia in questo mondo che in altri che giudichi stimolanti.

Ho iniziato a scrivere per gioco, per scherzo direi, ma ho subito capito che c’è qualcosa di “magico” nella scrittura. Avevo trent’anni suonati quando ho scritto Forze Ancestrali, il mio primo lavoretto. Sapete quando vi dicono che un personaggio per essere buono deve “prender vita”? Ecco, non è la solita frase a effetto. E’ proprio così. Quando si scrive, le volte che la creatività prende il sopravvento, le sessioni ben riuscite insomma, si entra come in trance, e allora sì, il personaggio può prendere vita, stravolgere i piani, agire di testa propria. Se non è magia questa… Dopo aver iniziato a scrivere con costanza, ho iniziato a dedicarmi anche alla meditazione. Ho sempre amato il fantastico in tutte le sue sfaccettature, i miti, le leggende e le religioni antiche. Oggi, seguendo il mio cammino, mi sono appassionato al Cristianesimo esoterico, all’angelologia e allo Gniosticismo, e vorrei realizzare qualcosa di diverso. Appoggiandomi a un illustratore vorrei realizzare un libro che tratti gli aspetti particolari dei Vangeli Gnostici e del simbolismo ad essi collegato. Mi piacerebbe qualcosa capace di stravolgere l’iconografia classica. Bisogna sempre pensare in grande, giusto? A parte questo ho 2 romanzi in uscita con due editori diversi e uno in valutazione presso un altro. Insomma, cerco di darmi da fare!

Che ne dici di consigliarci tre libri tra quelli che hai recensito?

Libri che lasciano il segno, insomma. Volentieri: Malasacra di Francesco Corigliano, edito da Kipple Officina Libraria. Si tratta di un’antologia weird fastosa. Non dovreste lasciarvela scappare per nulla al mondo. Corigliano arriverà molto lontano a mio avviso, sempre che esista un briciolo di meritocrazia in questo mondo. Appresso, Italian Way of Cooking di Marco Cardone, edito da Acheron Books. Un libro capace di farmi spanzare dalle risate, e io non amo per nulla il genere, ma che mischia lo humor nero all’horror puro. Impresa per nulla facile. Dico solo che il protagonista è un cuoco toscanaccio che cucina mostri. Eccezionale! Infine un autore che seguo da parecchio, scrive principalmente per Italian Sword&Sorcery Books, e che mi piace di più ad ogni nuovo romanzo che sforna: Andrea Gualchierotti. Qui siamo sul genere romanzo storico arricchito da elementi fantastici e mitologici di diversa estrazione. La preparazione di questo autore è il valore aggiunto capace di donare spessore e originalità alle sue vicende. Da non perdere!
Ovviamente, se poi vi avanza un po’ di tempo, magari potete dare un’occhiata anche ai miei cucciolotti, soprattuto a quelli gratuiti, almeno finché quella dannata di Amazon non mi costringerà a farli pagare...

Grazie mille caro Andrea!

Grazie a voi per lo spazio concessomi!

2
Una spy story? Bello, non so se ne ho mai lette. Dalla sinossi pare che l'ambientazione storica sia stata curata.

3
Sinossi interessante e genere molto attuale!

5
Sala da tè / Re:Come invecchio male...
« il: Luglio 03, 2021, 16:58:13 »
Molto interessante, ci guardo grazie!

6
Sala da tè / Re:Cosa usare per leggere PDF nel 2021?
« il: Luglio 03, 2021, 16:57:39 »
Oggi si prendono tablet ampi con due lire... io anderei di quelli, poi è chiaro che un Elipsia piacerebbe anche a me, ma forse non fa al caso tuo.

Io ho un Chromebook con schermo ribaltabile, posso usarlo per PDF grossi, ma è comunque bello pesante...

7
Mondo Kobo / Re:Kobo Elipsa
« il: Luglio 03, 2021, 16:55:59 »
Bene che ci sia vita nel comparto reader. Interessanti le specifiche e mi pare una buona idea la penna. Costicchia... ma dati i contenuti ci sta  :azn:

8
Ho letto la recensione sul vostro sito. Non ho però trovato un estratto del libro, sarebbe bello poter leggere anche solo una pagina per capire lo stile dello scrittore. Credi che sia fattibile qui o sulla vostra piattaforma, prevedere qualche stralcio, magari con la collaborazione dell'autore, nel senso che deve ovviamente essere d'accordo?

9
Grazie provo a contattarlo con quel canale.

10
Sala da tè / Re:Come invecchio male...
« il: Aprile 28, 2021, 07:50:06 »
Sai che sto leggendo un libro molto carino che si chiama "Io sono un gatto"? In verità a giorni lo regalerò (ad un amico che non si offende se "assaggio" i suoi libri prima di darglieli). Molto carino.

La mia gatta cerca ogni giorno di darmi lezioni di vita, ma io non imparo!

11
Non sono mica così pochi gli ebook senza DRM. Io ne ho centinaia.

12
Sala da tè / Re:Come invecchio male...
« il: Aprile 27, 2021, 13:48:14 »
Oh, Karamella! Quanto tempo! 77? Allora rallenta, io sono del '77 e ti raggiungerò, ma senza fretta  :cool:

Tutto ok?

13
Mondo Kindle / Re:Cover libro in lettura
« il: Aprile 19, 2021, 20:50:32 »
Me lo deve portare Jeff in persona  :azn:

Mi permetto di prelevare la tua email dall'elenco utenti ed inviarti il libro quando avrò finito l'ultima revisione (che è tipo l'ottava...).

14
Mondo Kindle / Re:Cover libro in lettura
« il: Aprile 19, 2021, 18:58:57 »
Se sei curioso di leggerlo sappi che mi servono beta readers. Che lo avrebbero ovviamente gratis.

Ecco la sinossi provvisoria:

Citazione
Ymir tiene in scacco l’umanità con la superiorità della sua intelligenza artificiale e il controllo di armi dalla potenza divina. Il suo scopo è salvare l’uomo e la sua casa nel cosmo dal collasso ecologico, a qualunque costo. Ha quindi imposto ai popoli una scelta: ridurre l’impatto della civiltà sul pianeta o venire decimato dall’olocausto atomico che lui è pronto a scatenare piuttosto che rinunciare alla sua missione. Venti miliardi di persone hanno quindi diviso i loro destini in quattro difficili percorsi al fine di stabilire chi vincerà nella dura competizione contro il clima torrido, i rigidi precetti del nuovo dio-tiranno e gli androidi che come suoi angeli camminano sulla Terra. In un mondo che stava per fare l’ultimo passo verso la distruzione dell’ecosistema gli equilibri sono stravolti e si attende di capire se sia Marte la soluzione o se giungerà l’uomo nuovo, il mutato, che fonderà la stirpe umana del futuro. Nella tempesta di poteri e lotte che deciderà il destino della specie Jameus Gant preme il grilletto una volta di troppo e si trova ad affrontare sé stesso ed il nuovo dio rischiando molto più della sua preziosa vita, mentre Finley King giocherà con l’onnipotente coscienza elettronica una partita a scacchi per il mondo intero e scoprirà che tutto ciò che ha sempre saputo potrebbe avere un aspetto molto diverso.

Dovrò prendere un Kindle perché comunque vorrò verificare l'esperienza di lettura che viene proposta ai miei milioni, se non miliardi, di appassionati lettori  :azn:

15
Sala da tè / Re:Come invecchio male...
« il: Aprile 19, 2021, 15:13:01 »
Ma guarda... il mio era un post faceto, ma è vero che oggi, mio giorno libero perché lavoro 4gg a settimana (spesso però arrivo comunque vicino alle 40 ore) ho un sonno... eppure conosco amici coetanei che si coricano alle 00:00 o all'una e durante la giornata sono vivi. Io no  :embarrassed:

Che non si possa fuggire il tempo, perché tanto fugge lui, è vero. Almeno dal punto di vista fisico. Con la testa, invece... mi pare che il mondo voglia tutti grandi, maturi, pronti a fare, fare, fare. Ma mi pare anche che sia una macchinazione per usare al meglio gli strumenti-uomo. Insomma... cosa volevo dire?

Non lo so, però c'ho ragione e i fatti... mi cosano.

16
Libreria Digitale / Re:1965 - Racconto a puntate
« il: Aprile 19, 2021, 10:19:33 »
Iniziò una tormenta di sensazioni ed immagini. Vedevo il capitano trascinato e picchiato selvaggiamente nel Vietnam. E vedevo anche Marte, morto ed immobile. Due percezioni contemporanee da due spiriti diversi, uno ancora nel suo corpo, uno nella capsula Ciclope. Il capitano piegato a terra e poi buttato in una cella di pali di legno, con voci incomprensibili intorno a sé. E Marte, morto ed immobile.

Poi tutto si invertì. Il capitano Smith poteva riposare, era notte e non accadeva più nulla, mentre Marte era vivo e rabbioso. Il profondo senso di abbandono che Fitch avvertiva e mi trasmetteva era ricoperto di terrore come una ciambella malriuscita lo è di glassa amara e pungente. Il progetto Ciclope era la ciambella. O forse le anime strappate ai nostri compagni, ai nostri commilitoni erano la ciambella? O il buco? Altra fuga dalla percezione, ci provo sempre, ma non ci riesco mai.

Ero su Marte e la sua furia mi veniva incontro. Energia incalcolabile, odio che da millenni non aveva vittime. Ora c'era Fitch.

Poi accadde qualcosa di inatteso: quella cosa che fu parte di Fitch, chiamiamola anima, se volete, fuggì dal presente e richiamò ricordi in sua difesa. Non era previsto. Tutto il progetto si basava sul fatto che lo Yurei non è più umano. Una componente strappata all'uomo che conoscevamo, senza che di lui si trattasse. Come rubare la batteria ad un'auto, niente di grave. Invece ora vedevo un ragazzo che giocava nel bosco e raccoglieva un bastone che aveva lanciato tra le foglie di un cespuglio. Ed ecco che appena oltre la mano il muso distorto di un cane nero mostrava l'abbagliante zanna alzando il naso e ringhiando. Il ragazzo ritraeva la mano. Il cane si avvicinava e continuava a strappare il silenzio. Non c'era altro negli occhi di Fitch, perché quello era di certo Fitch. Era giovane, un ragazzo americano che pensa che ci sia solo futuro, nel suo futuro. Non guerra, dolore, malattia, morte. E poi ancora morte, ma eterna.

Scappava. Il cane era più veloce e saltava.

Capisco che il mondo di Fitch era cambiato in quel momento, perché prima c'erano state state cadute, litigi, uno schiaffo del padre e quella zuffa con il figlio dei Thomson. Ma non aveva mai rischiato di morire. Il cane gli era sopra ed io ero sopraffatto dal terrore e non dovevo mostrarlo, perché se qualcuno intorno a me avesse capito che io ricevevo tanta energia di sicuro il progetto sarebbe proseguito. E dopo tutto questo non lo volevo.

Fitch aveva preso il bastone. Ed io vedevo rosso. Il sangue del cane col bastone nella gola. Fitch aveva combattuto e lo aveva ammazzato. Ecco perché ora Fitch viveva nella capsula Ciclope. Era uno che combatte e non si arrende. Ora mi diceva questo, mi diceva che la sua dannazione eterna nel pianeta maledetto era nata in quel pomeriggio nel Montana, quando aveva lottato ed ucciso. Quando non si era arreso.

Caddi a terra battendo la testa così forte da perdere il legame. Fortunatamente.

17
Sala da tè / Come invecchio male...
« il: Aprile 19, 2021, 09:48:09 »
Il 16 di questo mese ho fatto i 44 inverni (o no? Nato il 16 aprile 1977... forse sono solo 44 primavere). Ebbene sono un rottame, per esempio se la sera vado a letto dopo le 23, col fatto che comunque mi sveglio tra le 6 e le 8 al massimo, ma più spesso alle 6, mi rimane un sonno pesante di quelli che senti negli occhi.

Da giovine dormivo fino alle 12 senza problemi.

E poi certi libri di carta faccio fatica a leggerli, andrò dall'oculista.

Basta, ho deciso che questa strada abitudine borghese di invecchiare non fa per me. Me ne tiro fuori  :azn:

18
Mondo Kindle / Re:Cover libro in lettura
« il: Aprile 19, 2021, 09:44:29 »
Accidenti che solerzia!  :afro:

Tra non molto proporrò un romanzo che ho scritto ad alcune case editrici e se non mi considereranno proverò l'autopubblicazione, forse con Amazon. Al che dovrò prendere un Kindle. Ecco perché hanno messo questa funzione... lo hanno fatto per me!

19
Ho provato a scrivergli, ma la mail torna indietro perché il dominio non esiste.

20
Fumettologica / Grouchomicon - Il libro maledetto delle risate
« il: Aprile 18, 2021, 18:21:33 »
Mi è stato regalato per il mio augusto compleanno questo prodotto:



E' una raccolta di 12 volumetti prodotti da penne del fumetto contemporaneo in onore del grande Groucho (amato oppure odiato, quindi grande), il vate della freddura, spalla del buon vecchio Dylan Dog che tanto ha allietato i pomeriggi di noi gente che fu giovane e non voleva studiare.

I volumetti hanno lo stile delle penne che li firmano, ovviamente, pertanto sono molto differenti uno dall'altro. Non so se ad una sola persona possono piacere tutti, io ne ho consultati sei, per ora, e almeno la metà li ho graditi. In alcuni non approvo lo stile dato al Groucho "revisited" che diviene molto diverso da quello storico che amo.

Insomma: un prodotto un po' diverso da solito che per alcuni può essere un bel regalo.

Pagine: [1] 2 3 ... 95