Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Caramon77

Pagine: [1] 2 3 ... 89
1
Non so cosa siano gli ns0, ma puoi provare a toglierli se il primo ebook ha indice corretto ed il secondo no.

2
Direi che il capitolo non ha il tag corretto. Nella tabella dei contenuti probabilmente non è stato indicato. E' sufficiente aprire una TOC (table of contents) di un ebook realizzato correttamente ed osservare i tag indicati.

3
Terminato "Baci da 100 dollari", raccolta di racconti di Kurt Vonnegut. Anche qui mi aspettavo molto, eppure ho goduto meno rispetto alla lettura del nostrano Morozzi che crea personaggi davvero speciali. Vonnegut, in questa raccolta, non mi ha stupito, se non per una evidente capacità nel creare incipit perfetti, frasi sintetiche ed efficaci, descrizioni brevi d'impatto. Un maestro in tal senso, ma poi non ho trovato il resto. Alcuni racconti sono su livelli superiori, ma in generale non è scattato l'amore.

4
Terminato "Chi ha ucciso Palomino Molero?", di Mario Vargas Llosa, premio Nobel per la letteratura 2010.

Vicenda ambientata nel suo Perù, interessante giusto per questo. La trama in sé non è particolarmente coinvolgente, trattasi di un'indagine sull'omicidio di un cadetto, ucciso in modo efferato e disgustoso, in un Paese dove i poteri forti affossano qualunque verità. Uno sguardo disincantato su realtà sociali d'altri tempi, eppure attuali. Non ho trovato appassionanti i personaggi se non in alcuni specifici momenti, né la trama, se non in alcuni specifici momenti.

5
Terminato "Dracula e io" di Gianluca Morozzi. Che dire... stupendo. Nella sua assurdità, ovvero laddove accettiamo che Dracula (che poi in questo caso è un vampiro centenario che si lascia chiamare così senza essere il famoso "impalatore", ma non voglio svelare tanto) se ne gira ancora oggi per il mondo, non disdegnando affatto Bologna (teatro delle vicende) come un rispettabile signore in eterna lotta con un altro della sua specie e viene in contatto con "gente comune" intenta a vivere la sua vita. Da questo nascono vicende speciali in un panorama di vite che potremmo definire normali, ma nel leggerle capiamo che questa definizione non ha senso.

E' molto difficile spiegare questo libro senza svelarne i pregi nascosti e non lo voglio fare. Se vi capita tra le mani e volete una lettura "leggera", ma non da poco, non perdete l'occasione di conoscere lo stile sintetico, fantasioso e piacevole dell'autore.

6
L'elastico lo fai passare attraverso una piastrella di gomma dura, così se si rovina lo cambi. La piastrella la saldi alla scocca con un adesivo forte, per esempio il millechiodi. Ci sarebbe anche la bisonite, ma mi pare eccessivo, credo regga 300kg per cm2  :clap: :clap:

7
Interessante. Forse un potente adesivo potrebbe fare lo stesso lavoro?

8
Sala da tè / Re:La rivoluzione degli eBook mai arrivata
« il: Gennaio 09, 2020, 23:16:00 »
In verità sarebbe più o meno ora di compilare un altro testamento  :clap:

Vedo che sono il più tradizionalista! Ho DVD, BD e vinili ed ho certamente libri cartacei che adoro! Quando sono sulla mia poltrona (Ikea...) voglio quelli. A letto ed in viaggio viva il Kobo Forma.

Certo che se li eliminassi, i cartacei, farei un pochino di spazio nella Billy...

9
Puoi sempre mettere margini enormi, diventa un 5  :party:

10
Sala da tè / Re:La rivoluzione degli eBook mai arrivata
« il: Gennaio 06, 2020, 00:29:03 »
Viviamo un periodo di revisionismo. La dematerializzazione è totale in alcuni settori, ma con frange di ribelli sempre più ostinati, vedasi il tracollo delle vendite di CD a favore dello streaming musicale, ma anche il fenomeno della rinascita del disco in vinile. Il mondo del libro è fortemente legato al suo rappresentante materiale, il volume cartaceo. Gli ebook non hanno esercitato fascino sufficiente, non si regalano, non si prestano, non si scambiano, non fa figo leggere su un reader perché nessuno vede che leggi, poi tutti i prodotti sembrano uguali, mentre i libri, come sappiamo, hanno la loro unicità anche nel formato, nel carattere, eccetera.

Io apprezzo sempre il mio Kobo Forma, però non sono mai riuscito a staccarmi dalla carta stampata.

Ricordiamoci che imprese anche non da poco sono partite con incredibile potenza e decisione e poi hanno chiuso i battenti, e mi riferisco per esempio a MediaWorld con il suo store di ebook.

Nessuno vuole comprare un ebook a prezzi vicini al cartaceo e io sono sempre stato d'accordo. Un ebook vale meno, la "stampa" ce la metto io, il trasporto ha un costo minimo e lo stoccaggio non esiste. Forse avranno successo i sistemi "all you can read" tipo Amazon Unlimited. Il prezzo che gli autori stabiliscono per l'autopubblicazione in ebook può essere anche basso, i profitti penso rimangano interessanti, ricordiamoci che per ogni copia cartacea l'autore guadagna, se va bene, un euro.

Io ho centinaia di ebook legalmente acquistati, ma, sono onesto, mi pare di non averli, perché non sono nel mondo degli uomini, sono nel mondo dei computer. Gli ultimi dieci libri che ho comprato sono stati al 90% cartacei. Eppure la sera a letto continuo a leggere digitale perchè è molto comodo.

Quindi ti rispondo: penso che rimarremo pochi rivoluzionari, ma il mondo delle tecnologie non ha mai nascosto sorprese quindi... ci potrebbe anche essere la ribalta!

11
Il formato 5 pollici credo sia stato del tutto abbandonato. Un Kobo 6 pollici nuovo è una buona scelta se tu vieni da Kobo.

12
Sala da tè / Re:Salutiamo il 2019!
« il: Gennaio 01, 2020, 12:44:10 »
Inizio io: nel 2019 non ho letto moltissimo, ma ho iniziato a scrivere davvero e propormi, ho partecipato ad un concorso letterario (che non ho vinto), ho partecipato ad un corso di scrittura.

Nella vita ho cambiato lavoro... lasciandone uno che avevo da diciassette anni... non poco. Altri cambiamenti sono avvenuti, ho forse sconfitto una situazione di forte ansia che mi dava problemi anche fisici. Queste cose le porterò con me, difficile dimenticare.

Tornando alla nostra comune passione non ricordo bene cosa ho letto e mi dispiace. Perciò ho creato una "lista di letture" che terrò aggiornata in modo da monitorare i progressi e, nel rileggerla, richiamare alla memoria ciò che mi è passato davanti agli occhi.

Gli ultimi testi che ho letto e ricordo sono: "Chi ha ucciso Palomino Molero?" di Mario Vargas Llosa (premio nobel 2010), niente più che carino, "Dracula ed io" di Gianluca Morozzi, piaciuto tanto assai ben scritto, "Baci da 100 dollari" di Kurt Vonnegut, quasi finito, piacevole, ma non mi lascerà granché.

13
Sala da tè / Salutiamo il 2019!
« il: Gennaio 01, 2020, 12:32:15 »
Eccoci qua è finito. Cosa vi ha lasciato? Cosa avete letto? Quali ricordi rimarranno sempre nella memoria?

14
Sala da tè / Re:Auguri Natalizi et similia
« il: Dicembre 31, 2019, 14:24:31 »
Grazie! E' difficile però... la cosa più difficile è capire cosa si vuole.

15
Novità ed eventi / Re:Blog www.scrittorindipendenti.com
« il: Dicembre 25, 2019, 14:30:32 »
Mi complimento sinceramente per la costanza e la dedizione che dimostri nell'analizzare e recensire le opere di nuovi autori. Dimostra passione ed è un ruolo utile in un mondo omologato, da una parte, confusionario, dall'altra.

16
Sala da tè / Re:Auguri Natalizi et similia
« il: Dicembre 25, 2019, 14:23:40 »
Anche da parte mia i migliori auguri di tanta serenità. Ho imparato, recentemente, che è davvero la cosa più importante ed ora ce l'ho!

17
Presentazioni / Re:Nuovo (stagionato) user
« il: Dicembre 25, 2019, 14:22:18 »
Io ho iniziato a leggere su un palmare, per me sono passati più di dieci anni. Ricordo ancora che era un libro di Arrigo Petacco sulla campagna d'Africa.

18
In effetti pare fatto per i dispositivi Apple, però mi chiedo come si possano poi inviare gli ebook al dispositivo. Mi pareva che nei sistemi Apple queste funzioni fossero limitate o impossibili.

19
Io sto maturando un certo interesse nella selezione. In effetti non invecchio solamente, ma apprendo. Per esempio il valore di una buona traduzione. Onestamente mi verrebbe da scegliere 100 libri, non di più, ma in modo estremamente accurato comprendendo, se la qualità dell'esperienza ne guadagna, anche eventuali rarità.

Il metodo compulsivo dei primi anni del digitale, quando ogni giorno compravo un ebook perché in offerta a 99 cent (per esempio), non mi appartiene più. E' vero che così facendo ho scoperto cose interessanti, ma per questo ci sono le anteprime. In pratica ho pagato le anteprime...

20
Finito "On Writing" di Stephen King. Parte autobiografia, parte manuale di scrittura, parte racconto del suo incidente (è stato investito riportando gravi danni).

Un testo senza dubbio scorrevole e i consigli sono molto pratici, semplici diretti. D'altronde così è la sua scrittura. L'ho goduto. Molti dei consigli li trovo nelle parole del docente del corso di scrittura creativa che sto frequentando ed ho quasi terminato. Dopotutto è fan di King.

Iniziato "Dracula e io", proprio di Gianluca Morozzi, il docente di cui scrivevo.

Pagine: [1] 2 3 ... 89