*

karamella

  • Recondite Armonie
  • *****
  • 609
  • Sesso: Maschio
    • Fondatore
    • Mostra profilo
Pronuncia corretta degli acronimi stranieri.
« il: Settembre 18, 2015, 11:32:21 »
Qualcuno potrebbe darmi una risposta decisiva sulla questione dato che in altri forum ognuno dice la sua ma la questione rimane irrisolta.

Esempio l'acronimo NCSI come si legge? enne-ci-esse-i oppure en-c-es-ai?
Gli USA perchè è pronunciato come il contrario di "Getta" invece che con iu-es-a?
Forse perchè l'acronimo in viene letto come se significasse UNIONE -STATI -AMERICANI?
Scusate gli strafalcioni dato ch l'inglese non lo so parlare

Gli acronimi francesi, seguono lo stesso concetto?
Anche quelli in lingua tahi? :smile-big:
Grazie.
« Ultima modifica: Settembre 18, 2015, 11:37:10 da karamella »
Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perchè nessuno sia più schiavo (G.Rodari)

*

Caramon77

  • Supremo Guardiano della Cambusa
  • *****
  • 2109
  • Sesso: Maschio
    • Fondatore
    • Mostra profilo
Re:Pronuncia corretta degli acronimi stranieri.
« Risposta #1 il: Settembre 18, 2015, 12:59:09 »
Purtroppo non so se esista una versione "ufficiale", ma alcuni acronimi sono nati col la pronuncia originaria, nessuno si mette a pronunciare FBI all'italiana, altri non l'hanno mai avuta e mai l'avranno, nessuno si mette a pronunciare CIA all'americana.

Per me si va a sentimento e quando non si sa si pronuncia all'italiana sono pur sempre singole lettere e non parole.
Per lui ogni goccia che cadeva era un attimo che moriva. Sentiva il tempo scorrere dentro di lui, e ogni istante non poteva esser più ricatturato.


Al mondo ci sono solo 10 tipi di persone: quelli che capiscono il codice binario e quelli che non lo capiscono.

*

lori

  • *
  • 68
    • Mostra profilo
Re:Pronuncia corretta degli acronimi stranieri.
« Risposta #2 il: Settembre 18, 2015, 14:42:08 »
Beh, nel francese gli acronimi sono spesso il rovescio, o quasi, di quelli anglofoni, AIDS diventa SIDÀ, NATO OTÀN. Da notare la pronuncia, come di una normale parola, localizzata dall'accento finale. In questi esempi "traducono": North Atlantic Treaty Organization → Organisation du traité de l'Atlantique Nord → OTÀN ...

Più lumi qui, per la pronuncia non ci sarebbe una regola valida in ogni caso:
http://forum.wordreference.com/threads/prononciation-des-abr%C3%A9viations-sigles-et-acronymes.1470990/

Per l'italiano non ho idea, mi pare che regni il fai-da-te. Interrogherei l'oracolo della Crusca! :tongue: